La Cantina
Grande cura e attenzione, questa è, in sintesi, la nostra filosofia di cantina.

Anche in cantina cerchiamo di assecondare il più possibile la spontaneità della trasformazione del mosto in vino.
Dopo l’accurata selezione delle uve raccolte manualmente in cassette da 20 chilogrammi, queste vengono portate nella zona lavorazione per la pigiadiraspatura o per la pressatura. Successivamente inviamo il mosto nelle vasche di fermentazione di acciaio, dove avvengono prima la criomacerazione e poi la fermentazione alcolica entrambe a temperatura controllata. Tali procedimenti consentono di aumentare l’estrazione delle sostanze contenute all’interno degli acini mediante l’omogeneizzazione del mosto.

Terminata la fermentazione e in alcuni casi la macerazione, che dura da 10 a oltre 20 gg, il vino viene travasato in vasche d’acciaio termocontrollate per l' illimpidimento e la stabilizzazione.
I vini rossi vengono poi inviati nella cantina di invecchiamento dove avviene anche la fermentazione malolattica. I vini giovani vengono imbottigliati generalmente nel mese di marzo successivo alla vendemmia, mentre quelli invecchiati nell'autunno di alcuni anni dopo.

L’affinamento in bottiglia per almeno sei mesi completa la maturazione dei nostri vini ed esalta la pienezza del bouquet.
L'addizione di moderate quantità di solfiti garantisce la conservazione del vino per molti anni.